ALLENARE LA MEMORIA

La memoria è una funzione complessa, forse la più importante del cervello, perché ci permette di immagazzinare informazioni, fatti ed eventi. É alla base di qualsiasi successiva elaborazione che il nostro cervello é in grado di organizzare. Insomma, senza memoria è difficile “usare il cervello “.

MEMORIE

La scienza medica suddivide la memoria in diversi tipi, sulla base del tempo di ritenzione dell’evento.

  • Memoria a BREVE TERMINE; consente di ricordare informazioni per qualche istante e poi dimenticarle, cioè soltanto per il tempo necessario a utilizzarle.
  • A LUNGO TERMINE; permette di ricordare un’informazione a lungo o in modo permanente, per esempio la propria data di nascita o i nomi dei nostri genitori.
  • PROSPETTICA; è la capacità di ricordare qualcosa per il futuro, per esempio un appuntamento.
  • DI LAVORO; permette di memorizzare temporaneamente informazioni che servono per risolvere dei problemi, come fare i conti mentre si fa la spesa.
  • ENCICLOPEDICA; è quella formata dalle informazioni apprese sia con l’esperienza di vita che con i percorsi scolastici.

Inoltre si può memorizzare sulla base di ciò che si deve ricordare: VERBALE per ricordare una storia, VISUALE per una fotografia, OLFATTIVA se devo ricordare un odore.

Come tutte le altre funzioni dell’uomo, anche la memoria è soggetta all’invecchiamento. Però, come tutte le funzioni della “macchina uomo”, la memoria può essere allenata. Nonostante la perdita neuronale, l’organizzazione del cervello è sempre in continua evoluzione, pronta ad adattarsi all’ambiente.

Gli scienziati definiscono questa possibilità “Plasticità cerebrale“.

FARE GINNASTICA MENTALE

La “ginnastica mentale” è fondamentale per mantenere il cervello agile e flessibile.

COME FARE

Per prima cosa usiamo costantemente il cervello, proprio come facciamo ginnastica per non indebolire i muscoli, senza esagerare ed evitando lo stress che è un nemico della memoria. La seconda è che un sonno ristoratore è fondamentale per mantenere efficiente “la funzione memoria”.

Per ALLENARE IL CERVELLO si può iniziare con attività semplici:

  • Una BUONA LETTURA per esempio; un romanzo o un saggio creano in noi emozioni e stimoli
  • Le PAROLE CROCIATE sono un buon esercizio per recuperare nozioni nascoste nel profondo della nostra memoria (quella enciclopedica).
  • GIOCHI LOGICI come il sudoku aiutano la concentrazione e stimolano la memoria di lavoro.
  • Usare la FUNZIONE ‘LINGUAGGIO’ è importante: dobbiamo abituarci a raccontare e riassumere ad altri trame di film, spettacoli teatrali o libri letti. Può diventare anche una piacevole attività, se condivisa.

Le neuroscienze hanno dimostrato che ESERCIZI PIÙ COMPLESSI come suonare uno strumento, cantare, ascoltare musica regolarmente, studiare una seconda lingua, usare nuovi strumenti digitali (PC, tablet, smartphone) servono a mantenere o migliorare le potenzialità del nostro cervello.

Anche TECNICHE DI MEDITAZIONE e di yoga permettono di diminuire ansia e stress, aiutando il cervello e la funzione di immagazzinamento della memoria.